martedì, agosto 15, 2006

ZIDANE IL PIÙ AMATO
I Francesi, confermando loro stessi, hanno scelto Zidane come sportivo più amato.
Oltre a far discutere sulla definizione di sportivo che possono avere oltralpe, ce la dice lunga sulla decadenza morale in atto nel paese vicino.
I pochi francesi o mezzofrancesi che si sono fatti vivi con commenti da far rabbrividire non sono miserabili faziosi contro ogni evidenza, bensì lo specchio dell'attuale universo-mondo sociale francese.
La famigerata razza dei parlevù altezzosa e con la puzza sotto il naso è in via d'estinzione, sostituita dall'orda beduina ed afrofrancofona (ricordate le dichiarazioni di Gallas e Thouram?).
Le raffinatezze di Versailles hanno lasciato ormai il posto agli scarracchi dei brachicefali. Chirac, Platini e Blatter non centrano nulla. Sono anzi delle povere vittime costrette a piegarsi alle nuove tendenze in atto nel loro già ex paese.
La "Sorella Latina" stà agonizzando. Dobbiamo impedire che la sua metastasi ci contagi. Se siamo già sopravvissuti alla caduta dell'Impero Romano dando vita al Rinascimento e all'Umanesimo, vuol dire che non faremo la loro stessa fine.